• HOME
  • COME FACCIO A...
    • iscrivermi ·
    • collaborare ·
    • sostenervi ·
    • equipaggiarmi ·
  • COMUNICAZIONI
    • news ed eventi ·
    • circolari ·
  • FINALITÀ
    • mission ·
    • metodo scout ·
    • carta identità associativa ·
    • bilancio sociale ·
  • GRUPPI
    • Orsa Maggiore (Roncoferraro) ·
    • Draco (Mantova) ·
  • STORIA
    • scoutismo ·
    • CNGEI a Mantova ·
  • ADULTI
    • dirigenza ·
    • capi ·
    • clan senior ·
  • PARTNERSHIP
    • convenzioni ·
    • link esterni ·
  • photogallery
    • Per sostenere le nostre attività donaci il tuo 5x1000
 
  Storia dello scautismo  
 
 
BADEN POWELL
Il fondatore dello scoutismo.
Lo Scoutismo nasce in Inghilterra nel 1907 ad opera del Generale Sir Robert Lord Baden Powell con l'intento di occuparsi dell'educazione e della formazione del carattere della gioventù inglese. Nel giro di pochi anni il movimento si sviluppa su scala mondiale superando ogni più rosea aspettativa.
In Italia a partire dall'esperienza iniziale dei R.E.I. (ragazzi esploratori italiani) di Sir Francis Vane si sviluppano due Associazioni Nazionali il CNGEI ( Corpo Nazionale Giovani Esploratori Italiani ) (1912) di ispirazione laica e legata alle istituzioni fondata dal dott. Carlo Colombo e l'ASCI Associazione Scoutistica Cattolica Italiana (1916) di ispirazione cattolica e legata alla chiesa fondata dal Conte Mario di Carpegna. Anche in Italia lo Scoutismo vede uno sviluppo repentino ed in ogni città d'Italia nascono sezioni dell'una e dall'altra associazione; da sottolineare che anche a Mantova nel 1915 sorge una sezione del CNGEI la quale verrà decorata al valore per l'intervento che oggi potremo chiamare di protezione civile in occasione dell'incendio del forte di Pietole e per l'aiuto prestato alla popolazione civile durante la Prima Guerra Mondiale.
Nel 1927 il Fascismo scioglie le organizzazioni giovanili scout per sostituirle con L'Opera Nazionale Balilla. Molti capi delle due Associazioni continuano a svolgere le loro attività in clandestinità, come le Aquile Randagie dell'ASCI di Milano, correndo il grave rischio di essere imprigionati ed inoltre organizzano strutture segrete quali l'OSCAR (Asci) e il LUPERCALE (Cngei) che si occupano, spesso pagando con la vita, di organizzare la fuga degli Ebrei perseguitati. Nel 1945 man mano che il paese viene liberato le Sezioni rifioriscono e anche grazie al Movimento Scout Americano possono tornare all'antico splendore.
Nel 1976 in seguito ai cambiamenti culturali e politici di quegli anni le due Associazioni si trasformano: il CNGEI si unisce di fatto all'equivalente femminile dell'associazione l'UNGEI, mentre l'ASCI diventa AGESCI ( Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani) optando anch'essa per la Coeducazione. Entrambe le Associazioni si riuniscono in quel periodo in una Federazione Italiana dello Scoutismo (F.I.S.) attraverso la quale sono riconosciute dall'Ufficio Mondiale dello Scoutismo di Bruxelles.
Altre associazioni nascono dal 1976 in poi: Scout d'Europa, Assoraider, Assiscout, Federscout ecc. sicuramente opere meritevoli ma prive di quel riconoscimento centrale che ne garantisce un controllo sulle attività.
 
 
  Storia dello scautismo CNGEI mantovano  
 
  Nell'ottobre del 1995 lo scoutismo laico inizia le sue attività in Roncoferraro (MN) ad opera di alcuni ragazzi fuoriusciti dall'AGESCI che proposero la loro esperienza ad altri adulti senza passato scout. Dopo alcuni mesi di formazione e preparazione finalmente nel gennaio del 1996 nacquero le unità scout: il Branco lupetti "Candida Luna", il Reparto esploratori "Sarraz" e la Compagnia rover "dell'Anello". Il Gruppo così costituito faceva parte amministrativamente della sezione di Reggio Emilia (ne era infatti il VI° gruppo).
Furono anni molto intensi quelli che seguirono, tutti tesi al consolidamento della proposta scoutistica GEI in territorio mantovano; è cosi che iniziarono proficue collaborazioni con il Comune e l'Istituto Geriatrico di Roncoferraro, i Comitati di Paese e le altre Associazioni Scout e non. Furono effettuate da subito regolari attività e campi estivi ed invernali molto suggestivi con una risposta molto positiva da parte dei ragazzi che aumentarono in maniera esponenziale anno per anno (nel 1998 nacque la Compagnia "Sturm und Drang" che sostituì quella "dell'Anello").
Dal 1996 al 2002 il gruppo diventa grande, i capi acquisiscono sempre più esperienza e seguono i campi di formazione dell'Associazione.
IL PRIMO REPARTO SARRAZ
Gli esploratori del Sarraz nel 1996.
Questi anni vedono i primi brevetti Gillwell di "Capo Internazionale" conferiti a membri del nostro gruppo, si intensificano i rapporti già instaurati con le istituzioni che ci permettono di affiancare alle attività scout l'organizzazione di avvenimenti e azioni di servizio molto importanti per la Comunità e apprezzate anche sul territorio del capoluogo Mantova.
L'anno 2001 è un anno di svolta perché vede il passaggio di testimone tra i vecchi capi fondatori e le nuove leve cresciute nel gruppo. La scelta di questi giovani permetterà la continuità del gruppo che nel 2002 diventa Sezione, designando un proprio gruppo dirigente e acquistando l'autonomia che gli permetterà nel 2003 di aprire un 2° branco lupetti e nel 2005 un reparto esploratori a Mantova.
Oggi la Sezione è una realtà consolidata con un proprio Comitato di Gestione, un Consiglio di Educatori, 150 iscritti tra Adulti e Ragazzi che sono ripartiti in 5 unità scout operanti in 3 sedi fisse a Mantova e Roncoferraro (anche grazie alla generosità delle Amministrazioni comunali e del W.W.F.). Il 2006 ha visto i festeggiamenti per il 10° anniversario di attività scoutistica CNGEI sul territorio.