• HOME
  • COME FACCIO A...
    • iscrivermi ·
    • collaborare ·
    • sostenervi ·
    • equipaggiarmi ·
  • COMUNICAZIONI
    • news ed eventi ·
    • circolari ·
  • FINALITÀ
    • mission ·
    • metodo scout ·
    • carta identità associativa ·
    • bilancio sociale ·
  • GRUPPI
    • Orsa Maggiore (Roncoferraro) ·
    • Draco (Mantova) ·
  • STORIA
    • scoutismo ·
    • CNGEI a Mantova ·
  • ADULTI
    • dirigenza ·
    • capi ·
    • clan senior ·
  • PARTNERSHIP
    • convenzioni ·
    • link esterni ·
  • photogallery
    • Per sostenere le nostre attività donaci il tuo 5x1000
 
  Rover... In estate rover! Sturm und Drang VS Isola d'Elba
 
 
  27 luglio 2012 ore 5:30 AM. La compagnia Sturm Und Drang, sconvolta dall'orario, è in attesa di partire in treno, quando si accorge che manca un rover: il Ceko, che aveva deciso di partire da solo.
Siamo partiti lo stesso, e mentre eravamo in viaggio, in preda ad una crisi di abbandono, Francesco ci chiamò per dirci che ci avrebbe raggiunto a Modena. Dopo aver preso 7 treni e un traghetto, finalmente siamo arrivati all'Isola D'Elba e ci siamo spiaggiati sulla prima spiaggia e deciso di fare il nostro meritatissimo bagno. Eravamo in acqua da circa 2 minuti quando Ste pensò bene di farsi abbracciare da una medusa. E così l'estate rover ebbe inizio. Quella sera fu la prima di una lunga serie di notti sotto le stelle e con la sabbia nel sacco a pelo. Ci siamo svegliati alle prime luci dell'alba e abbiamo iniziato un hike che ci avrebbe portato da Procchio a Marina di campo dove avremmo cominciato la seconda parte del viaggio in canoa.
Durante l'hike a piedi ne sono successe di ogni, tipo:
- Ste con il suo spirito d'iniziativa alla Bear Grylls prende filo, amo e salame convinto di poter pescare qualcosa.
- Giovanni che perde la tenda facendola rotolare giù dalla montagna.
- La costruzione di un castello di sabbia con tanto di piscina, villaggio e vulcano funzionante.
La sera prima di partire con le canoe ci fermammo a dormire in una spiaggetta nonostante le minacce di un vecchiettino che abitava in riva al mare. Passata anche questa notte, finalmente giunse il giorno della partenza in canoa!
Stavamo aspettando Vittorio, la nostra guida, quando quasi magicamente apparve una rover che aveva deciso di farsi male il giorno prima del campo e non era partita con noi: la Barbiz. Così la nostra avventura in canoa poteva davvero cominciare. Dopo pochi chilometri in canoa, la Lauren, in evidente difficoltà, non seguendo i nostri avvisi, si parcheggiò sull'unico scoglio in mezzo al mare. Da lì la guida decise che era meglio legare la sua canoa a quella della Lauren per evitare di perderla per mare. La mattina Vittorio ci ha portato a vedere il relitto di una nave, circondato da migliaia di pesciolini. Lo stesso giorno abbiamo visitato una bellissima grotta e alla sera siamo arrivati in una spiaggia stranissima dove alcuni di noi si sono tuffati da circa 4 metri di altezza. La sera, dopo un fuoco rover quasi strappalacrime, c'è stata la cerimonia della firma della carta di compagnia. È stata una sera di riflessione per tutti, dove abbiamo sentito ancora più forte lo spirito scout e l'appartenenza ad una compagnia di persone con cui condividiamo questa parte fondamentale della nostra vita fin dai lupetti.

Aquila Fiera - Amanda, Delfino Fantasioso - Cate, Marmotta Ribelle - Chiara

Articolo tratto dal giornalino "Baden Power" del gruppo "Orsa Maggiore" di Ottobre 2012. Clicca per scaricarlo: